rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Toscolano-Maderno

Fanno troppo rumore, citofona ai vicini di casa e li prende a coltellate

Una giovane coppia di casa a Toscolano è finita in ospedale, per fortuna con lesioni non di grave entità. In manette il vicino di casa.

Una storia di straordinaria follia ai tempi della quarantena per Coronavirus. È quella che arriva da Toscolano Maderno: nei giorni scorsi una  giovane coppia è stata assalita a coltellate dal vicino di casa 56enne. La ragione della brutale aggressione? Il continuo su e giù per le scale del condominio dei due fidanzati. Un calpestio ‘intollerabile’ per il dirimpettaio: un 56enne che vive insieme alla madre 90enne.

Le tensioni tra la coppia- 23 anni lei, 26 lui - e l’uomo che abita nell’appartamento che si affaccia sul medesimo pianerottolo andrebbero avanti da mesi, ma domenica agli insulti e alle offese sono seguite le coltellate. I due fidanzati, proprio per spezzare la quarantena e prendere una boccata d’aria fresca, avrebbe percorso le scale che portano alla terrazza comune. L’andirivieni avrebbe fatto letteralmente perdere la testa al 56enne: in piena notte ha afferrato un coltello da cucina e ha suonato insistentemente al citofono della coppia. Una volta che il 25enne ha aperto la porta, il vicino di casa l’avrebbe ripetutamente ferito con un coltello alle mani e alle braccia. Neanche la fidanzata è stata risparmiata: nel tentativo di dividerli è stata raggiunta da alcuni fendenti.

Immediata è scattata la chiamata al 112: mentre i due giovani venivano medicati in ospedale - per fortuna non hanno rimediato gravi lesioni e se la sono cavata con 7 e 20 giorni di prognosi - i carabinieri hanno raggiunto il palazzo per raccogliere le prove e ascoltare il 56enne. Appena varcata la soglia del condominio, i militari hanno notato copiose chiazze di sangue sulle scale: primo indizio che ha avvalorato il racconto della coppia. 

Il secondo è arrivato poco dopo: mentre l’aggressore cercava di negare l’accaduto, i militari hanno scovato il coltello usato per ferire i due giovani. Il 56enne aveva maldestramente cercato di ripulirlo, ma erano ancora visibili le tracce di sangue. Per l’uomo sono quindi scattate le manette per lesioni aggravate continuate e violazione di domicilio. Sottoposto a rito direttissimo, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto i domiciliari. Nel frattempo la giovane coppia si è trasferita altrove. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno troppo rumore, citofona ai vicini di casa e li prende a coltellate

BresciaToday è in caricamento