Il mistero dei pesci mutanti: i carpioni risalgono il torrente come le trote

Lo strano caso dei carpioni che si comportano come le trote e ora risalgono i torrenti.

Nascono carpioni, ma si sentono - e si comportano - come le trote o i salmoni. È l'anomalia riscontrata nell'osservazione di alcuni esemplari della specie, in via d'estinzione, che popola le acque del Garda. Invece di deporre le uova sui fondali del lago secondo la loro natura, ora risalgono i torrenti. Uno, in particolare: quello che porta a Toscolano Maderno.

Un fenomeno che si verificherebbe da alcuni anni, da quando nel lago sono stati immessi esemplari 'domestici' - ciò non nati in natura, ma allevati - di carpione per scongiurare il rischio d'estinzione. 

Un comportamento anomalo, che da tempo preoccupa i naturalisti e ora è finito anche al centro del dibattito politico. Dello strano caso del carpione 'mutante' del Garda se ne parlerà pure martedì sera durante il consiglio comunale di Toscolano Maderno. A portare la questione al centro dell'attenzione è stato il consigliere Davide Boni, che al quotidiano Bresciaoggi ha dichiarato: "La risalita del carpione è un fatto che reclama l'attenzione degli enti territoriali: il Parco Alto Garda deve porsi il problema di promuovere la tutela ambientale a partire da queste rilevanti questioni" .

Non è chiaro se all'origine ci sia una mutazione genetica o comportamentale. Anche se la prima ipotesi sembra essere esclusa: stando a quanto dichiarato dallo stesso consigliere, un esemplare catturato anni fa mentre risaliva il torrente è risultato sano dal punto di vista genetico. Resta quindi aperta l'altra alternativa: l'immissione di esemplari domestici per il ripopolamento avrebbe causato il cambiamento comportamentale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta del consigliere, come quella della sezione Brescia-Bergamo del Wwf, è quella di sviluppare nuovi studi e dedicare maggiore attenzione all'analisi del comportamento dei carpioni 'mutanti'. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte, gravissimi tre ragazzi: uno è stato sbalzato fuori dall'abitacolo

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

  • Coronavirus, nuova allerta: ragazzo positivo al grest, tamponi e isolamento per tutti

  • Coronavirus, firmato il nuovo Dpcm: tutte le novità fino al 31 luglio

Torna su
BresciaToday è in caricamento