Toscolano: stroncato da un infarto il gestore del B-Side

Morto nella notte tra venerdì e sabato il 46enne Damiano Paitoni, titolare del bar B-Side di Toscolano Maderno: stroncato da un infarto, inutili i tentativi di rianimarlo. Martedì pomeriggio i funerali

Si è spento a soli 46 anni Damiano Paitoni detto ‘Il Paito’, originario di Remedello ma da una vita a Toscolano Maderno, gestore del noto locale ‘B-Side’. Aveva annunciato una vacanza di un paio di giorni a Merano, con la famiglia, poi avrebbe cambiato idea: nel cuore della notte tra venerdì e sabato è stato poi stroncato da un improvviso malore.

Ucciso da un infarto, inutili i tentativi di salvarlo e rianimarlo, anche con il massaggio cardiaco. Si sarebbe svegliato di colpo, annunciando alla moglie Janka di sentirsi male: proprio lei avrebbe avvisato il 118, sul posto con un’ambulanza arrivata da Gavardo.

Massaggio cardiaco e defibrillatore, prima del ricovero d’urgenza in ospedale. Ma non c’è stato niente da fare: il suo cuore non ha più ripreso a battere. Lo conoscevano in tanti in paese, lo ricordano i tanti amici, i clienti del suo bar. Aveva fatto il macellaio, poi il benzinaio: negli ultimi anni si era riscoperto barista per passione, come lui stesso amava definirsi.

Generoso fino alla fine: le su cornee saranno infatti donate. Oltre alla moglie Janka lascia due figlie piccole: Alessia e Sofia, di 5 e 10 anni. Martedì pomeriggio, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Maderno l’ultimo e commosso saluto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento