rotate-mobile
Cronaca

Esce a nuotare e non torna, l'allarme della moglie: lo trovano morto annegato

Il dramma sul lago di Garda

Un altro dramma sul lago di Garda. E' stato ritrovato in serata il corpo senza vita del 58enne veronese che risultava scomparso dal pomeriggio: morto annegato, recuperato dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco intorno alle 20 di lunedì, su un fondale di pochi metri di profondità. L'uomo era stato visto l'ultima volta nuotare vicino a una boa nelle acque antistanti la spiaggia del Comune di Torri del Benaco, sulla sponda veneta. Era stata la moglie a dare l'allarme, intorno alle 17.30, preoccupata perché non l'aveva più visto.

Subito attivate le procedure per la mancata riemersione del bagnante. Ricevuto l'allarme, sono stati inviati in zona due mezzi navali della Guardia Costiera, già in pattugliamento nelle acque del lago, e richiesto alla sala operativa del comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Verona l'impiego dei sommozzatori. 

Ricerche ad ampio raggio

Sul posto sono proseguite le ricerche di superficie con i natanti GC A58 e RR L26 della Guardia Costiera, mentre sott'acqua operavano i sommozzatori dei Vigili del Fuoco (per le ricerche di profondità) con il supporto dell'elicottero, arrivato da Venezia, e un'altra unità navale dei Vvff di Bardolino. Per le ricerche a terra anche i Carabinieri e la Polizia Locale di Torri del Benaco, che hanno contestualmente avviato le attività finalizzate ad acquisire maggiori informazioni relativamente al disperso. Fino al tragico epilogo, al triste ritrovamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce a nuotare e non torna, l'allarme della moglie: lo trovano morto annegato

BresciaToday è in caricamento