Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Lonato del Garda

Operaio travolto e ucciso in autostrada: Tiziano era padre di due giovani figli

Il dolore della famiglia per la scomparsa

È Tiziano Pasquali la vittima del tragico infortunio sul lavoro di martedì mattina in autostrada. Operaio di Piove di Sacco, Padova, aveva 60 anni: è deceduto poco prima delle 10 al km 241 della Milano-Venezia, in territorio di Lonato e lungo la carreggiata in direzione Brescia. È stato travolto e ucciso dalla macchina spazzatrice condotta da una collega: entrambi dipendenti della stessa azienda di Due Carrare, ancora nel Padovano, erano impegnati in lavori di asfaltatura. Non si sa per quale motivo, il conducente non avrebbe visto Pasquali finché non era ormai troppo tardi: l’uomo è morto sul colpo.

Inutili purtroppo i tentativi di rianimarlo: sul posto l’automedica, un’ambulanza di Valtenesi Soccorso, l’elicottero decollato da Brescia. I rilievi sono stati affidati ai tecnici del Psal di Ats con il supporto della Polizia Stradale di Verona Sud. L’autostrada non è mai stata chiusa, ma fino alle 13 si viaggiava su due sole corsie (già di ampiezza ridotta per i lavori in corso): in tarda mattina si è raggiunto il picco di 11 km di coda, poi rallentamenti fino al pomeriggio.

Chi era la vittima

I familiari hanno raggiunto il lago di Garda nel pomeriggio e riconosciuto il caro defunto all’obitorio dell’ospedale di Desenzano. La salma è a disposizione dell’autorità giudiziaria che potrebbe disporre ulteriori accertamenti: per l’accaduto è stata aperta un’inchiesta. Originario di Correzzola, da una vita abitava a Pieve di Bono: lo piangono i fratelli, l’ex moglie, i figli Omar ed Eva, il nipotino Leonardo. Era da poco diventato nonno. Dopo aver lavorato a lungo nel settore degli elettrodomestici, da circa 3 anni lavorava sui cantieri stradali e autostradali di tutto il Nord Italia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio travolto e ucciso in autostrada: Tiziano era padre di due giovani figli
BresciaToday è in caricamento