Rifiuti pericolosi mai recuperati: nei guai titolari di un tiro a volo

Nessuna protezione a margine del campo di gara e nessuna opera di bonifica eseguita: rischiano multa stratosferica e reclusione fino a sei anni

Anno dopo anno, nel bosco e persino in un torrente si sono accumulate tonnellate e tonnellate di piattelli, di plastica e di piombo, veri e propri rifiuti speciali che necessiterebbero di apposita procedura di smaltimento. Guai in vista per i titolari di un tiro a volo di Sabbio Chiese, visitato nelle scorse ore dai carabinieri forestali di Vobarno e dai tecnici dell'Arpa di Brescia. 

I fatti contestati. A quanto pare, oltre ad essere del tutto irregolare (cioè senza autorizzazioni), l'attività veniva svolta senza che i proprietari si occupassero di delimitare il campo di gara né che si occupassero di recuperare dai boschi i pezzi di piattello distrutti, le plastiche e soprattutto il piombo delle cartucce, che finiva anche a 130 metri di distanza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto si configurerebbe come "discarica non autorizzata" e, se le analisi effettuate sul terreno dovessero confermarlo, anche come "inquinamento ambientale" a causa della contaminazione del suolo, due reati molto gravi che comporterebbero multe rispettivamente di cifre tra i 2.600 e i 26mila euro, e tra i 10 e i 100mila euro, oltre alla confisca del terreno e una reclusione da due a sei anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento