Cronaca

Famiglia di Tignale intossicata da un' erba velenosa, simile alla genziana

Papà, nonno e i due bambini hanno assunto l'erba velenosa, non così la madre dei ragazzini e la nonna. I quattro hanno presto accusato strani sintomi, da lì il viaggio fino a Gargnano e il ricorvero in ospedale

Strano caso di intossicazione alimentare nel Bresciano. Domenica sera una famiglia di Tignale, dopo aver mangiato un'erba velenosa che si chiama veratro, simile alla genziana, si è presentata al posto di automedica di Gargnano accusando dei disturbi. In quattro sono finiti all'ospedale.


Le condizioni sono parse subito serie, tanto che due bambini di 2 e 8 anni sono stati ricoverati nel reparto di rianimazione pediatrica all'ospedale Civile di Brescia (e sono stati poi dimessi dalla rianimazione nel pomeriggio di Pasquetta), mentre il papà e il nonno dei due bambini sono all'ospedale di Gavardo in terapia intensiva. A quanto si apprende nessuno dei quattro però è in pericolo di vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia di Tignale intossicata da un' erba velenosa, simile alla genziana

BresciaToday è in caricamento