Cronaca

Dramma in montagna: trovato morto in un crepaccio l’alpinista scomparso

Si è concluso nel peggiore dei modi l’intervento di ricerca dell’alpinista altoatesino Thomas Haller, ritrovato stamani senza vita in un crepaccio nella zona dell’Adamello, tra il Passo Brizio e il Corno Bianco, a 3088 metri di quota. 

Haller, 47 anni, residente a San Leonardo in Passiria (Bz), era stato avvistato per l’ultima volta tra sabato e domenica nei pressi del bivacco Zanon Morelli ma poi aveva proseguito da solo la sua escursione. In fase di rientro, l’infortunio mortale. 

Il ritrovamento è avvenuto intorno alle 7.30. Operativi sul posto 23 tecnici della V Delegazione Bresciana del Cnsas Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), assieme agli uomini del Sagf - Soccorso alpino Guardia di Finanza e i Carabinieri. 

Le squadre a terra si sono calate nei crepacci e lo hanno avvistato. È intervenuto anche l’elicottero dell’Altair di Bolzano. Il corpo si trova nella sala mortuaria dell’ospedale di Edolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma in montagna: trovato morto in un crepaccio l’alpinista scomparso

BresciaToday è in caricamento