Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Sisma in Emilia: anche a Brescia bandiere a mezz'asta nel giorno del dolore

Quello di oggi è il giorno del dolore, non solo per le popolazioni colpite del sisma, ma per un'intera nazione che si scopre vulnerabile di fronte a un nemico che non sembra voler smettere la sua avanzata distruttiva e incontrollabile

Terremoto-04-2Nella giornata del lutto nazionale per le vittime del terremoto in Emilia, a Brescia e in tutte le città italiane le bandiere sventoleranno a mezz'asta; sarà osservato un minuto di raccoglimento nelle scuole di ogni ordine e grado e in ogni manifestazione sportiva prevista in giornata.

- 4 giugno, nuovo sisma nel Mantovano: scossa avvertita nella Bassa

Intanto, nelle zone dell'Emilia colpite dal terremoto e nuovamente provate dalla forte scossa, di magnitudo 5.1, registrata alle 21.20 di ieri, continuano i disagi: oggi è iniziata a cadere sulle tendopoli un pioggia battente. Gli sfollati ora dovranno vedersela anche con  freddo, fango e allagamenti.

- Terremoto 3 giugno: spiega Istituto Nazionale Geofisica
- Brescia, terremoto 3 giugno: paura ma niente danni


Per loro, ieri è stata un'altra lunga notte di paura e di attesa. Molti, invece che nei centri di accoglienza predisposti dalla protezione civile, hanno preferito passare la notte all'aperto, chi in auto, chi in camper, qualcuno ha scandito le ore girando in bici.

Oggi scuole tra il Modenese e il Mantovano resteranno chiuse. La scossa, avvertita anche a Brescia e in tutto il Nord Italia, ha avuto epicentro nel Modenese in una zona compresa tra Novi, Cavezzo, Concordia, San Possidonio e Mirandola.

- Sciame simico in Emilia: il fenomeno della liquefazione dei terreni

Il fenomeno della liquefazione dei terreni


Non ha provocato feriti, ma solo qualche malore per lo spavento tra la popolazione, e nuovi crolli nelle 'zone rosse', già interdette alle persone, tra cui quella della torre dell'orologio di Novi, da tre secoli esatti simbolo della cittadina. Nella notte poi un'altra scossa, nella stessa zona, di magnitudo 3.1.

"La nostra torre è crollata ma noi non crolliamo, siamo in piedi, ce la faremo perché abbiamo le forze per farcela", ha commentato fiduciosa il sindaco di Novi, Luisa Turci, che aveva già avuto la propria abitazione lesionata, come quella di tanti concittadini, dopo la rovinosa scossa di martedì scorso.

"Le nostre priorità devono cambiare, è una situazione che ci cambia la vita attuale", ha aggiunto, con un 'ricordo' anche per l'antica torre crollata: "Nonostante i danni batteva ancora le mezz'ore, da 'malata' funzionava nonostante fosse quasi giù, ci dava speranza. Ora non c'é più".

Il crollo della torre simbolo del terremoto a Finale Emilia


Terremoto 20 maggio 2012 (fonte: Tg1)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sisma in Emilia: anche a Brescia bandiere a mezz'asta nel giorno del dolore

BresciaToday è in caricamento