Auto fermate nella notte, poi calci alla carrozzeria e mazzate ai finestrini

Si divertivano ad aggredire gli automobilisti nel cuore della notte: sono stati tutti denunciati gli otto ragazzi (tra i 16 e i 18 anni) che si appostavano nella zona delle terme di Boario

Foto di repertorio

In preda ai fumi dell'alcol si dilettavano con un “gioco” pericolosissimo e a dir poco folle: nel cuore della notte si nascondevano nei pressi dell'ingresso delle terme di Boario, e all'improvviso saltavano in mezzo alla strada bloccando le auto in corsa. I conducenti delle vetture, costretti a una brusca frenata, venivano poi assaliti dal gruppetto, con una furia incontrollata.

Come scrive Bresciaoggi, sono stati tutti denunciati gli otto ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni (tutti bresciani) che in più occasioni aggredivano gli automobilisti di passaggio. A quanto pare, solo per dare sfogo a un malsano divertimenti: in nessun caso infatti hanno mai tentato di rapinare o derubare le loro vittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver rischiato non poco, costringendo le auto a frenare all'improvviso, circondavano la vettura e si scatenavano nel loro folle passatempo. Chi saltava sul cofano, chi prendeva a calci la carrozzeria, altri ancora che (forse con oggetti contundenti) prendevano a mazzate i finestrini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento