Ragazzo massacrato a coltellate: arrestato 28enne bresciano

L'aggressione nella notte tra sabato e domenica a Remedello. Emerso un nuovo macabro particolare: ha cercato di finire la sua vittima investendola con l'auto

Era solo questione di ore. Dopo averlo identificato, i Carabinieri di Desenzano sono riusciti ad arrestare l’aggressore di Mohamed Limira, il marocchino di 28 anni che - nella notte tra sabato e domenica - è stato vittima di un tentato omicidio, massacrato con dieci coltellate sferrate a collo, torace e fianchi.

A finire in carcere, un suo coetaneo bresciano. Stando alla ricostruzione fornita dai militari, i due ragazzi si erano dati appuntamento in viale Stazione a Remedello. Ancora oscuro, al momento, il motivo dell'incontro.

A un certo punto, è scoppiata una lite poi degenerata. Oltre a colpi di lama, il 28enne è inoltre salito sull'auto del nordafricano, cercando di finirlo investendolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento