Cimmo: 21enne pestato a sangue dopo una banale discussione

Paolo, 21enne residente in paese, è stato pestato a sangue dopo una discussione per futili motivi all'interno di un bar. Per lui prognosi è di quaranta giorni

Una parola di troppo dopo aver bevuto qualche bicchiere, e un 21enne finisce all’ospedale Civile di Brescia con una prognosi di quaranta giorni.

E’ successo verso le due di domenica mattina a Cimmo, frazione di Tavernole sul Mella, in Valtrompia.

Dopo aver litigato all’interno un bar – a detta dei testimoni, per futili motivi – Paolo, 21enne residente in paese, è uscito nel parcheggio per salire in macchina e andarsene.

A quel punto è uscito anche il contendente della disputa, Matteo, 24enne  di Preseglie, che lo ha raggiunto iniziando a pestarlo a sangue. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e un’ambulanza del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento