Cimmo: 21enne pestato a sangue dopo una banale discussione

Paolo, 21enne residente in paese, è stato pestato a sangue dopo una discussione per futili motivi all'interno di un bar. Per lui prognosi è di quaranta giorni

Una parola di troppo dopo aver bevuto qualche bicchiere, e un 21enne finisce all’ospedale Civile di Brescia con una prognosi di quaranta giorni.

E’ successo verso le due di domenica mattina a Cimmo, frazione di Tavernole sul Mella, in Valtrompia.

Dopo aver litigato all’interno un bar – a detta dei testimoni, per futili motivi – Paolo, 21enne residente in paese, è uscito nel parcheggio per salire in macchina e andarsene.

A quel punto è uscito anche il contendente della disputa, Matteo, 24enne  di Preseglie, che lo ha raggiunto iniziando a pestarlo a sangue. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e un’ambulanza del 118.

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali per far passare la sbornia

  • Attenzione al ragno violino: cosa fare in caso di morso

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

I più letti della settimana

  • Esce di casa e scompare: trovato morto nel lago

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Tenta il suicidio buttandosi dal terzo piano, grave un ragazzo

  • Travolto in bici da un camion, uomo muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento