Cimmo: 21enne pestato a sangue dopo una banale discussione

Paolo, 21enne residente in paese, è stato pestato a sangue dopo una discussione per futili motivi all'interno di un bar. Per lui prognosi è di quaranta giorni

Una parola di troppo dopo aver bevuto qualche bicchiere, e un 21enne finisce all’ospedale Civile di Brescia con una prognosi di quaranta giorni.

E’ successo verso le due di domenica mattina a Cimmo, frazione di Tavernole sul Mella, in Valtrompia.

Dopo aver litigato all’interno un bar – a detta dei testimoni, per futili motivi – Paolo, 21enne residente in paese, è uscito nel parcheggio per salire in macchina e andarsene.

A quel punto è uscito anche il contendente della disputa, Matteo, 24enne  di Preseglie, che lo ha raggiunto iniziando a pestarlo a sangue. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e un’ambulanza del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento