Tar di Brescia contro taglio dell'assistenza ai disabili

L'Anfass di Brescia e alcune famiglie di studenti con disabilità frequentanti le scuole superiori hanno vinto il ricorso presentato al Tar di Brescia contro la Provincia e loro comuni di residenza (Collio e Pezzaze) che, a inzio anno, avevano deciso di non garantire il servizio di trasporto e di assistenza ad personam

L'Anfass di Brescia e alcune famiglie di studenti con disabilità frequentanti le scuole superiori hanno vinto il ricorso presentato al Tar di Brescia contro la Provincia e loro comuni di residenza (Collio e Pezzaze) che, a inzio anno, avevano deciso di non garantire il servizio di trasporto e di assistenza ad personam.

«Abbiamo lamentato la violazione dei diritti soggettivi inderogabili al trasporto scolastico e all’assistenza alla persona che rientrano tra i servizi indispensabili per garantire l’effettività del diritto all’Istruzione — ha dichiarato il presidente della onlus Federica Di Cosimo — quanto all’identificazione dell’amministrazione chiamata ad assumersi gli oneri il Tar pur affermando che la Provincia è tenuta ad assumere l’intero onere economico del servizio di trasporto scolastico e dell’assistenza ha dichiarato la competenza dei Comuni sotto il profilo della gestione».

Aggiungendo, senza risparmiare una critica (più che mai dovuta, in questo caso) alle istituzioni: «È un risultato molto importante; i giudici hanno in via preliminare riconosciuto la legittimazione della nostra associazione a proporre un’azione tesa a difendere gli interessi della categoria che rappresenta anche se avremmo preferito non doverci rivolgere a un Tribunale. Forse comuni e Provincia potrebbero organizzare e patrocinare qualche festa in piazza di meno per garantire servizi di maggiore importanza».  Il Tribunale Amministrativo ha sottolineato inoltre che il servizio dev'essere gratuito, come affermato dalla  Corte Costituzionale in una sentenza del 1987. Il Tar ha riconosciuto  sia il danno patrimoniale subito dalle famiglie per le spese sostenute, sia un indennizzo per danno esistenziale, 1.500 euro a favore dei tre alunni disabili.

Progetto di legge PD per ripristinare il Fondo per la Non Autosufficienza

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento