Caos ai test di medicina: il Tar ammette 40 studenti esclusi

Ai test d'ammissione dello scorso due settembre, a prova in corso, erano stati annullati causa imprecisioni quattro quesiti. Gli studenti avevano presentato ricorso contro l'Università degli studi di Brescia ed il Ministero dell'Istruzione

Il Tar di Brescia ha ammesso ai corsi universitari i 40 studenti esclusi che avevano presentato ricorso contro l'Università degli studi di Brescia ed il Ministero dell'Istruzione dopo quanto accaduto durante i test di ingresso alle facoltà mediche bresciane dello scorso 2 settembre. Durante la prova erano state annullate quattro domande a causa di alcune imprecisioni.

Il Tar di Brescia ha riconosciuto che "la modifica in itinere dei quesiti della prova [...] ha creato un'oggettiva alterazione nella modulazione e proporzione del test ministeriale" e che "in conseguenza della grave anomalia registrata, affiora e si espande il diritto allo studio costituzionalmente garantito". Il Tribunale amministrativo entrerà nel merito della causa all'udienza pubblica del 6 giugno 2012. Il ricorso era stato presentato tramite l'Udu, l'Unione degli universitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento