rotate-mobile
Cronaca

Tamponi fai da te: parte dalle Regioni la "rivoluzione" per uscire dall'isolamento e dal caos delle norme anti Covid

Da mercoledì 19 gennaio si alza così il sipario sulla piattaforma di autotesting. Il sistema predisposto dalla regione Emilia Romagna si candida come uno strumento per superare la fase emergenziale della pandemia. Tra le altre richieste delle regioni la semplificazione delle norme su quarantene, scuola e trasporti. Facciamo il punto

In Emilia Romagna basterà un tampone fai-da-te per iniziare e terminare l'isolamento. La decisione, presa dal governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, sarà valida da mercoledì 19 solo per i vaccinati con tre dosi e verrà spiegata in conferenza stampa lunedì 17 gennaio. Come spiegato dallo stesso Bonaccini l'iniziativa serve semplificare la procedura: "Non c'è nessun sistema di tracciamento che possa reggere i numeri di questa ondata". Ma come funziona la procedura? 

Chi ha ricevuto anche il booster potrà iniziare, se positivo, la quarantena in autonomia e, allo stesso modo, se negativo potrà terminarla. Basterà caricare sul fascicolo sanitario elettronico la foto del tampone. 

Come funziona l'autotesting

Da mercoledì 19 gennaio si alza così il sipario sulla piattaforma di autotesting. Il sistema predisposto dalla regione Emilia Romagna si candida come uno strumento per superare la fase emergenziale della pandemia.

In pratica le persone vaccinate con almeno tre dosi potranno certificare la propria positività e cominciare l'isolamento con un test antigenico rapido eseguito in autonomia e a domicilio, registrando i risultati dell'autotest sul portale ad hoc. Successivamente si pensa di estendere la possibilità anche ai vaccinati con due dosi.

Nei giorni, successivi, a quanto si apprende, la piattaforma di autotest sarà estesa anche all'autocertificazione della guarigione e quindi sarà valida per la fine dell'isolamento. La Regione è al lavoro per estendere la funzione tecnica che lo permetterà. Quest'ultima possibilità sarà riservata ai vaccinati con la dose 'booster'.

Nell'annunciare questa iniziativa, nei giorni scorsi, l'assessore regionale alla salute Raffaele Donini l'ha definita "un'alleanza fra cittadini e sanità pubblica per ridurre la circolazione del virus da subito e per alleggerire la sanità pubblica, permettendole di concentrarsi sulle vaccinazioni". Lunedì mattina, in una conferenza stampa, Donini illustrerà i dettagli del funzionamento della piattaforma.

Regioni: "Superare il sistema dei colori"

Proprio dalle regioni arrivano le proposte più incisive per superare la fase di emergenza: dai governatori arriva il coro unanime di eliminare il sistema dei colori preso atto del momentaneo 'no' del ministero della Salute alla loro richiesta di modifica del conteggio dei ricoveri Covid. L'obiettivo è una semplificazione delle norme anti-Covid su quarantene, scuola e trasporti.

Tra le richieste quello di permettere ai vaccinati di non dover tenere conto delle limitazioni per tutte le attività economiche. Inoltre la commissione trasporti chiede di alzare all'80% la capienza su bus e treni locali anche in zona arancione, invece dell'attuale 50%. Secondo i governatori, "con le scuole in presenza e il minor utilizzo dello smart working rispetto allo scorso anno, non si è in grado di portare studenti e lavoratori a scuola e sul posto di lavoro, vista l'attuale percentuale del 50%.

Tra le richieste di alcuni territori c'è l'eliminazione della quarantena, prevedendo solo auto-sorveglianza per quelle persone positive al Covid ma asintomatiche che hanno fatto la dose booster o, in alternativa, in questi casi imporre una quarantena di soli cinque giorni. L'ipotesi è anche di togliere l'obbligo del test al termine dei cinque giorni di auto-sorveglianza, per coloro che hanno avuto un contatto stretto con un positivo. Un'altra richiesta, che arriva dal Lazio, è quella di evitare di sospendere il Green pass ai positivi asintomatici con dose booster. 

Fonte: Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi fai da te: parte dalle Regioni la "rivoluzione" per uscire dall'isolamento e dal caos delle norme anti Covid

BresciaToday è in caricamento