Si sente male al lavoro, giovane donna muore in ospedale: il dolore del marito e delle figlie

Lara Ventura si è spenta lunedì all'ospedale di Suzzara, dove era stata ricoverata in seguito a un malore accusato mentre era lavoro nel punto vendita Brico del comune mantovano

Lara Ventura (Fonte: Facebook)

L'improvviso malore, la corsa in ospedale e i disperati tentativi dei medici di salvargli la vita. Tutto inutile: il sottile filo di speranza a cui erano aggrappati i famigliari si è spezzato lunedì, quando il cuore di Lara Ventura ha smesso per sempre di battere.

Aveva solo 45 anni, da 10 anni lavorava come cassiera nel punto vendita Brico di Suzzara, nel Mantovano: proprio lì, Lara si era sentita male lo scorso sabato. Amata e apprezzata da tutti, lascia nel dolore il marito Fabrizio, con il quale il prossimo giugno avrebbe festeggiato i 20 anni di matrimonio, e le due figlie Deborah e Denise.

La giovane donna era molto conosciuta a Luzzara, comune in provincia di Reggio Emilia, dove viveva da sempre con il marito, ex allenatore della locale squadra di calcio, e le figlie. Tutto il paese giovedì pomeriggio le ha detto addio nella chiesa di Codisotto, dove si sono svolti i funerali  

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento