Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

"La faccio finita, mi butto nel fiume". E invece lo trovano alla festa

Arrestato per procurato allarme (e violazione di domicilio) il 44enne Sandro Savoia, residente nel Veronese. Dopo aver annunciato il suicidio è andato invece alla festa di paese. La storia

Foto di repertorio

La notizia è di qualche giorno fa, ma continua a far discutere. Un uomo di 44 anni residente nel Veronese, Sandro Savoia, ha annunciato il suicidio ma invece è andato a far festa in una sagra di paese, alle porte del lago di Garda. Probabilmente dopo aver bevuto un po’ troppo, è andato nel giardino di una casa privata a riposare.

A far scattare l’allarme un amico del 44enne, che ai Carabinieri ha riferito di come avesse annunciato il suicidio nel canale della centrale idroelettrica della zona, a Sant’Ambrogio di Valpolicella. Sul posto sono arrivati pompieri e carabinieri: parcheggiata accanto alla diga, l’auto di Savoia con i vestiti e le scarpe.

Inevitabile pensare al suicidio ormai compiuto. Ma mentre militari e Vigili del Fuoco erano ancora impegnati nelle ricerche, in centrale arriva la segnalazione di un ladro in casa. Anzi, in giardino: solo che quel ladro era proprio il 44enne di cui si pensava il suicidio.

Vestito di tutto punto, ha raccontato di aver passato una bella serata alla sagra. Ma la festa è finita: l’uomo è stato arrestato per procurato allarme e violazione di domicilio. Era incensurato: la pena è stata sospesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La faccio finita, mi butto nel fiume". E invece lo trovano alla festa

BresciaToday è in caricamento