rotate-mobile
Cronaca Via Milano / Via Milano

Giovane mamma scomparsa e mai ritrovata: l'ex marito condannato all'ergastolo

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna all'ergastolo per l'omicidio di Suad Alloumi

La condanna è ora definitiva: carcere a vita per Abdelmjid El Biti, ritenuto colpevole (anche in terzo grado) dell'omicidio dell'ex moglie Suad Alloumi, madre di due bambini, morta a soli 29 anni. La Corte di Cassazione ha infatti confermato la sentenza già deliberata nei primi due gradi di giudizio: ergastolo.

Uccisa e mai ritrovata

Anche per i giudici dunque non ci sono dubbi sull'autore del delitto. La povera Suad sarebbe stata uccisa nella notte tra il 3 e il 4 giugno del 2018, ma il suo corpo non è mai stato ritrovato: a incastrare l'ex marito ci sarebbero i video delle telecamere di videosorveglianza di Via Milano, che avrebbero inquadrato l'uomo oggi 53enne mentre trascinava un pesante sacco nero dalle scale di casa. 

In quel sacco, prima per gli inquirenti e poi anche per l'accusa e infine per i giudici, ci sarebbe stato il corpo senza vita di Suad Alloumi. Come detto, mai ritrovato: portato chissà dove, e chissà dove sepolto dall'ex marito che però si è sempre dichiarato innocente. 

Nei giorni del delitto i due si erano già lasciati. Ma El Biti questo non l'avrebbe mai accettato, fino al culmine di una violenza ingiustificata. L'omicidio si sarebbe perpetrato nella casa in cui in quel momento c'erano anche i loro due figli, ancora piccoli. La mattina seguente sarebbe stata la bambina più grande a chiamare aiuto, perché della sua mamma non c'era più traccia. Una tragedia nella tragedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane mamma scomparsa e mai ritrovata: l'ex marito condannato all'ergastolo

BresciaToday è in caricamento