Notte di terrore in città: picchia e violenta una prostituta minorenne

Arrestato un 24enne senegalese, incensurato: è già stato condannato per rapina, verrà processato anche per violenza sessuale. La vittima è una ragazza di 17 anni

Già condannato per rapina, presto verrà processato anche per violenza sessuale: è questo il destino giudiziario di un giovane senegalese di 24 anni, incensurato, protagonista di una notte di terrore tra Via Valcamonica e Via Cucca, dopo aver aggredito e derubato una prostituta di nazionalità nigeriana classe 2001, ma ancora minorenne.

L'uomo avrebbe reagito rabbiosamente nel momento in cui la ragazza si è rifiutata di continuare il rapporto sessuale che i due avevano concordato, giudicato troppo violento. Ad assistere alla successiva aggressione gli agenti della Polizia Locale, che sono subito intervenuti: il giovane è stato inseguito e arrestato, trasferito al comando e poi processato per direttissima, condannato a due anni di reclusione con l'accusa di rapina.

La dinamica dell'accaduto

Gli agenti sono intervenuti lunedì sera intorno alle 21, quando si sono accorti del giovane che stava spintonando e malmenando la ragazza. Le aveva anche strappato il giubbino, per rubarle il cellulare: si è allontanao in Via Cucca, mentre la minorenne piangeva e chiedeva aiuto. Gli uomini della Locale di Brescia sono entrati in azione soccorrendo la ragazza e bloccando il senegalese.

La giovanissima prostituta ha poi rivelato agli agenti che il 24enne l'aveva pagata per una prestazione sessuale, ma che lei aveva voluto interrompere perché troppo violenta. Il senegalese ha provato allora a costringerla con la forza: in qualche modo è riuscita a divincolarsi e scappare, ma è stata raggiunta e malmenata.

Colpita e presa a pugni, alle spalle e alle costole: lui voleva indietro i soldi che le aveva appena dato, a tutti i costi. Fino a rapinarla del cellulare, poi recuperato dagli agenti. La ragazza è stata affidata a una comunità: accompagnata al Civile, le sono state riscontrate lesioni alla spalla sinistra, all'emicostato sinistro a un dito della mano, con una prognosi di 15 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento