Ospitaletto, lo stupratore 15enne nega: «Quella notte ero a casa»

Primo interrogatorio per il 15enne marocchino accusato di una doppia violenza nei confronti di due donne, a Trenzano e Ospitaletto. Nonostante il riconoscimento fotografico delle vittime il giovane nega tutto

Il Tribunale dei Minori a Milano

Primo interrogatorio per il 15enne di origini marocchine accusato di aver violentato due donne in rapida sequenza, nelle notti del 18 e del 20 novembre a Trenzano prima e a Ospitaletto poi. Un doppio capo d’imputazione pesantissimo, che ha portato ieri pomeriggio alla momentanea convalida dell’arresto, e la conseguente convalida del fermo presso il carcere minorile Beccaria di Milano.

Un fermo necessario, spiegano dalla magistratura, perché il minore avrebbe già dimostrato di essere avvezzo alla fuga: ‘ospite’ di una comunità di recupero in Franciacorta, a seguito di uno scippo in città, proprio nel corso della serata del 20 novembre si sarebbe allontanato dall’istituto, senza permesso.

La difesa pone l’accento sulla mancanza di “prove scientifiche”, nonostante il riconoscimento ‘visivo’ e fotografico confermato dalle due donne che avrebbero subito la violenza. “Non sono stato io”, avrebbe ripetuto il giovane, “anche perché nella notte del 18 novembre ero nella comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima conferma sarebbe arrivata proprio dagli educatori, che lo avrebbero trovato nella sua stanza che dormiva, durante un controllo di routine nella notte. In  mancanza di prove ancora ‘certe’, l’accusa rimarca le ‘vanterie’ del ragazzo, che avrebbe raccontato delle sue ‘notti brave’ anche ai compagni di scuola, a Rovato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Temporali nel Bresciano, già in corso le prime violente grandinate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento