Brescia, strage San Polo: Reggio Calabria piange Chiara e Domenico

Le parole del sindaco Demetrio Arena: "Un fatto sconcertante che ci lascia senza parole. Chiara e Domenico vittime di un destino atroce. Tutta la città di Reggio Calabria è ora più povera, questo è il momento del dolore"

Parenti e amici, conoscenti stretti o lontani, tutta Reggio Calabria piange la morte dei due giovani 19enni Chiara Matalone e Domenico Tortorici, vittime sacrificali di un atto brutale compiuto proprio a San Polo, a pochi chilometri dalla Brescia bene. Cordoglio ai parenti e ai familiari delle due giovani vittime anche da parte dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria, dove i due giovani vivevano e dove stavano progettando di costruirsi un futuro.

“La strade di Brescia è un fatto sconcertante che lascia senza parole – ha dichiarato il primo cittadino Demetrio Arena – Un fatto doloroso per le comunità di Catona, Salice e per tutta la città. Un momento in cui la rabbia e lo sconcerto prevalgono su ogni altro sentimento, questo è il momento del dolore. La città di Reggio Calabria è oggi più povera, questi due ragazzi sono le vittime di un destino ingiusto e atroce”.

“Promuoveremo iniziative per ricordare Chiara e Domenico, in modo da non far dimenticare la loro triste storia. Siamo vicini alle famiglie dei due ragazzi, le incontreremo a breve per esprimere il profondo cordoglio di tutta la nostra comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Torna su
BresciaToday è in caricamento