Cronaca Centro / Piazza della Loggia, 5

Una sentenza lunga 43 anni: condannati i colpevoli della strage di Piazza Loggia

A più di 40 anni da quella mattina terribile sono stati condannati all'ergastolo, in via definitiva, gli ultimi rimasti: Carlo Maria Maggi, il mandante, e Maurizio Tramonte, uno degli esecutori

Più di quarant'anni per una sentenza definitiva. Di certo una data che rimarrà nella storia, così come è rimasta nella storia la strage di Piazza Loggia del 28 maggio 1974, dove morirono otto persone e ne rimasero ferite tante altre, più di un centinaio. Rimase ferita la città, rimase ferito l'intero Paese.

Terrorismo nero, il terrorismo di cui non si poteva parlare, che faceva comodo. La piccola borghesia alla riscossa, lo stop alle riforme, le lancette della storia che devono essere fermate, anche con le bombe. C'era anche Piazza Loggia, nel lungo elenco.

La condanna è definitiva, per i due grandi accusati: 43 anni dopo il giorno della strage sono stati condannati all'ergastolo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte. Il primo sarebbe stato il “regista” di quella tragedia, il secondo un esecutore. La condanna è ovviamente contestata dai loro legali. Ma dovrebbe essere definitivamente definitiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una sentenza lunga 43 anni: condannati i colpevoli della strage di Piazza Loggia

BresciaToday è in caricamento