Precipita nel vano ascensore, muore lavoratore 20enne

La vittima è Michele Franchini, 20enne di Stezzano (Bg): per cause in corso d’accertamento, è volato nel vuoto per cinque piani. Nella serata di giovedì il drammatico ritrovamento del cadavere

Miiichele Franchini (Fonte: Web)

Vent’anni. Vent’anni e una vita davanti. Vent’anni e un lavoro in un cementificio. Un lavoro fatale per Michele Franchini, 20enne di Stezzano – Comune della Bergamasca a meno di mezz’ora dal Bresciano – morto giovedì 27 agosto a Comabbio, in provincia di Varese.

Un tragico incidente, un volo di metri, per cinque piani uno dopo l’altro, nel vano dell’ascensore dell’impianto. 

Poi le ricerche, da metà pomeriggio: di Michele non si avevano più tracce. Sino alla drammatica scoperta del cadavere in serata. Michele non respirava già più, e a soccorritori e Vigili del Fuoco non è rimasto che constatare il decesso.

Al vaglio delle Forze dell’Ordine la dinamica dell’incidente. Secondo i primi riscontri, sembra che Michele sia precipitato in un’area dell’impianto in cui sono in corso lavori di manutenzione e ristrutturazione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento