Malore improvviso mentre è al lavoro, muore dopo 7 giorni di agonia

Stefano Vezzoli, 48enne di Adro, si è spento in un letto dell'ospedale di Chiari, dove era stato ricoverato lo scorso martedì

Stefano Vezzosi (fonte Facebook)

L'improvviso malore, la corsa in ospedale e i disperati tentativi dei medici di salvargli la vita. Tutto inutile: il sottile filo di speranza a cui erano aggrappati i famigliari si è spezzato martedì, quando il cuore di Stefano Vezzoli ha smesso per sempre di battere.

Classe 1970, lavorava alla Adercarta: proprio nella sede della ditta di Adro, Stefano si era sentito male lo scorso martedì. I colleghi avevano dato immediatamente l'allarme e sul posto si erano precipitati i volontari di Sarnico e un'automedica. Il giovane uomo era stato trasportato in eliambulanza all'ospedale di Chiari. Il suo cuore si è fermato sette giorni dopo il ricovero in Rianimazione.

Lo piangono la mamma Giacomina, i fratelli Virgilio e Paolo e gli adorati nipoti. Decine di persone sono attese per l'ultimo saluto, che sarà celebrato alle 9.30 di venerdì nella chiesa parrocchiale di Adro, paese dove l'uomo ha sempre vissuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Travolta e investita da un camion sulle strisce pedonali: donna muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento