menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Staminali: Daniele, 5 anni, in viaggio in camper verso il Civile

Il bambino, 5 anni, è costretto a nutrirsi con un sondino nasoesofageo. Sarà sottoposto a un intervento che gli consentirà di superare le difficoltà nutrizionali

Daniele Tortorelli, il bambino di cinque anni e mezzo di Matera, affetto dal 2008 dalla morbo di Niemann-Pick, una grave malattia invalidante procurata dalla carenza di un enzima, è in viaggio da stamani verso Brescia dove, in ospedale, sarà sottoposto a un intervento che gli consentirà di superare le attuali difficoltà nutrizionali.

Il 5 settembre, proprio il Tar di Brescia, con una sentenza, ha bloccato di fatto la cura di Daniele con cellule staminali. Il piccolo, accompagnato dai genitori e dal nonno Vito - nella cui casa di Matera vive di solito - giungerà in serata nella città lombarda.

Daniele è costretto a nutrirsi con un sondino nasoesofageo dopo che, a seguito della sentenza del Tar di Brescia, gli sono state sospese le cure con infusioni di cellule staminali.

Il nonno e i genitori di Daniele, intanto, con il supporto di un avvocato, stanno valutando la presentazione di un ricorso urgente al Tribunale di Matera, contro la decisione del Tar di Brescia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento