Cronaca Piazzale Spedali Civili

Vite Sospese: sit-in al Civile e al ministero per le staminali

L'iniziativa servirà, scrive il movimento, "per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle terapie con staminali e, in particolare, a favore del metodo Stamina"

Due presidi di protesta, uno davanti all'ospedale Civile e l'altro ministero della Salute a Roma, per "riappropriarsi del proprio diritto alla salute".

Sono quelli annunciati, per il prossimo 10 luglio, dal movimento Vite Sospese, impegnato per "sensibilizzare l'opinione pubblica sulle terapie con staminali per molte malattie gravissime e, in particolare, a favore del 'metodo Stamina' del professor Davide Vannoni". All'iniziativa hanno aderito le associazioni onlus 'Viva la vita' e 'Sicilia risvegli'.

Staminali, Vannoni scrive a una donna morta:
"Perdono per ritardi"

La protesta prenderà il via alle 9 del mattino a Roma, dove, secondo gli organizzatori, in migliaia siederanno a terra davanti al ministero della Salute. Alcune famiglie hanno anche annunciato l'intenzione di incatenarsi per protesta.

In contemporanea a Brescia, davanti al nosocomio cittadino, si terrà un altro sit-in. "Andremo dai medici - spiega Mauro Merlino, portavoce del movimento Vite sospese - a chiedere spiegazioni. Ci sono sedi adatte a contenere e aiutare questi pazienti? Ci sono ombre e bugie sulla Sperimentazione che partirà a luglio? Vedremo, ma da Brescia il popolo degli inascoltati non si muoverà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vite Sospese: sit-in al Civile e al ministero per le staminali

BresciaToday è in caricamento