rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Sulzano

Borraccia lanciata contro l'arbitro: un anno e mezzo di squalifica per un baby calciatore

Al suo allenatore uno stop forzato di 3 mesi

Una squalifica lunghissima, uno stop forzato che potrà servire per meditare su quanto successo. Il giudice sportivo della delegazione bresciana della Figc, Francesco Valente, ha stabilito una maxi squalifica per un giovane calciatore bresciano resosi protagonista di un brutto episodio che non ha nulla a che vedere con lo sport. Il fatto è avvenuto sul terreno di gioco del Bienno, dove era impegnata la squadra degli allievi della Polisportiva Intercomunale Centrolago di Sulzano, nella quale milita il ragazzo. La vicenda è riportata sulle colonne del Giornale di Brescia in edicola stamane.

I fatti. Durante il match contro la squadra locale, il giovane calciatore si è reso protagonista di «una condotta gravemente irriguardosa, offensiva e minacciosa nei confronti del direttore di gara». Espulso, ha lasciato il terreno di gioco, salvo poi cambiare idea e rientrare scagliando una borraccia di acqua contro l'arbitro. Tutto finito? Non ancora: il calciatore ha tentato di colpire il direttore di gara con un pugno, e l'ha apostrofato con espressioni discriminatorie di natura omofoba. Per tutto ciò, il giudice sportivo l'ha squalificato per un anno e mezzo, 18 mesi. 

Squalificato - per 3 mesi - anche l'allenatore della squadra nella quale milita il ragazzo, Osvaldo Gregori. La motivazione è riportata sul comunicato ufficiale: l'allenatore «veniva dapprima espulso per comportamento offensivo nei confronti del direttore di gara al 12° del secondo tempo. Al 43° del secondo tempo rientrava sul terreno di gioco reiterando le proteste neiconfrontidel direttore di gara,invitava i giocatori della propria squadra ad abbandonare la partita in segno di protesta incitandoli al gioco violento, nonché proferiva espressioni blasfeme». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borraccia lanciata contro l'arbitro: un anno e mezzo di squalifica per un baby calciatore

BresciaToday è in caricamento