rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Desenzano del Garda / Piazza Duomo

Sparatoria a Desenzano, arrestato l'aggressore: in casa nascondeva oltre due etti di cocaina

Il giovane uomo è finito in manette per il reato di produzione, traffico e detenzione illecita di stupefacenti. La perquisizione dei poliziotti era mirata a trovare l'arma con cui avrebbe sparato a un 33enne marocchino, nella notte tra giovedì e venerdì.

Oltre due etti di droga sullo sfondo della sparatoria avvenuta in pieno centro a Desenzano. L'ingente quantitativo di cocaina è stato trovato nella casa dell'uomo sudamericano che, secondo gli inquirenti, avrebbe sparato a un 33enne marocchino (A.R. le iniziali) nella notte tra giovedì e venerdì. 

Gli agenti del commissariato di Desenzano e della Squadra Mobile di Brescia hanno setacciato l'appartamento del 33enne dominicano per trovare l'arma con cui avrebbe fatto fuoco: al posto della pistola hanno trovato ben 238 grammi di cocaina. Lo stupefacente era contenuto in alcuni sacchi di cellophane nascosti dietro l'armadio della camera da letto.

Per l'uomo (L.A.L.A. le iniziali) e per la sua convivente, una 30enne cubana, sono quindi scattate le manette per produzione, traffico e detenzione illecita di stupefacenti in concorso. Gli arresti sono stati convalidati: lui è in carcere, lei ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria a Desenzano, arrestato l'aggressore: in casa nascondeva oltre due etti di cocaina

BresciaToday è in caricamento