Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Piazza Deodara

Rivoltella: la vittima dell'agguato in possesso di carte clonate

L'uomo rifiuta di rispondere alle domande degli inquirenti, che stanno ampliando le indagini agli ambienti malavitosi del Basso Garda

Rivoltella. Gli inquirenti non hanno dubbi. L'agguato contro il 31enne romeno non è stata un'intimidazione, ma un vero e proprio tentativo di esecuzione.

L'arma, infatti, non è stata puntata alle gambe, ma all'altezza degli organi vitali. E' stato un puro caso che l'uomo sia riuscito a salvarsi: tre proiettili lo hanno infatti raggiunto al torace, a un braccio e a una spalla.

Si stata lentamente riprendendo in ospedale, ma al momento ancora non parla. La sua testimonianza sarà fondamentale per conoscere il motivo del regolamento di conti e per risalire all'identità del sicario, allontanatasi dopo aver sparato a bordo di una monovolume scura.

Tra gli effetti personali della vittima, intanto, i carabinieri hanno trovato una mazzetta di carte clonate. Le indagini si stanno sempre più concentrando sugli ambienti malavitosi del Basso Garda.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoltella: la vittima dell'agguato in possesso di carte clonate

BresciaToday è in caricamento