Cronaca

Preseglie: il 'mercatino della droga' in una malga, arrestato 41enne

I Carabinieri hanno trovato in casa quasi due chili di droga, tra erba, fumo e funghetti allucinogeni. In Valsabbia un 41enne coltivava e vendeva droga, guadagnando almeno 6000 euro al mese

Praticamente un mercatino, fornito di tutto e di più, immerso nel verde e nel silenzio dei monti che circondano Preseglie. In una malga ristrutturata, dove un 41enne residente a Barghe aveva allestito la “casa dello spaccio”, per un giro d’affari che, a detta dei Carabinieri della compagnia di Salò, raggiungeva e superava i 6mila euro al mese.

Un lungo cammino fatto di indagini e appostamenti, segnalazioni e controlli, per arrivare infine alla cascina in cui i militari hanno recuperato quasi due chili di sostanze stupefacenti, erba e ‘fumo’, perfino funghi allucinogeni, e un ‘malloppo’ di circa 1600 euro.

Una piccola parte dei guadagni del ‘mercante’ di droga, che forniva ai suoi clienti anche ogni tipo di strumento, vendeva pipe e ‘ciloom’, mentre nel prato che circonda la casetta aveva allestito pure una serra, poi ‘replicata’ all’interno con lampade e impianto di ventilazione.

Arrestato, ha cercato di giustificarsi, ha raccontato agli agenti che era tutto per uso personale. A parte le ingenti quantità, a fugare ogni dubbio anche diverse bilancine di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi, un’agenda aggiornatissima, in cui veniva registrato ogni movimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preseglie: il 'mercatino della droga' in una malga, arrestato 41enne

BresciaToday è in caricamento