rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Montichiari / Via Calcinatella

SOS Diskariche! All’insegna dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile

Un festival lungo tre giorni, cominciato ieri sera con il live di Ettore Giuradei e che prosegue oggi e domani con i Modena City Ramblers e una domenica di spiedo. Con il Comitato SOS Terra, per finanziare uno studio ambientale

Ha preso il via ieri sera la prima giornata della seconda edizione di SOS Diskariche Rock Live, in programma anche oggi e domani negli spazi di Via Calcinatella a Montichiari. Un festival lungo tre giorni, all’insegna dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, organizzato dal Comitato SOS Terra per finanziare “lo studio ambientale di impatto cumulativo” e per dire finalmente basta “alla creazione di discariche a Montichiari e nei Comuni limitrofi”.

Dopo un grande esordio, con il live in sequenza dei Let Me In, The Same Old Story, BlowJam e gran finale con il concerto di Ettore Giuradei, SOS Diskariche prosegue questa sera con il Modena City Buskers Tour 2012 dei Modena City Ramblers, dalle 22 in poi la musica folk italiana al ritmo scatenato di un gruppo che ha già fatto storia, e a un prezzo più che popolare, solo 10 euro. Il festival si chiude poi domenica con una vera e propria Happy Family Music, animazione musicale, clown e truccabimbi, oltre al gustoso spiedo, ma solo su prenotazione!

Non mancheranno altri interventi di ambientalisti, giornalisti e tecnici, sul tema dei rifiuti e di un necessario sviluppo ecosostenibile. “Lo studio di impatto ambientale cumulativo – fanno sapere dal Comitato – è un’indagine ambientale affidata allo studio Algebra dell’ingegner Giuseppe Magro. Sarà un’indagine unica nel suo genere che durerà due anni, e avrà lo scopo di analizzare lo stato di salute dell’aria, dell’acqua e della terra di Montichiari, oltre che dei Comuni limitrofi”.

Il primo passo è Q-Cumber, quasi un social network e quasi una rivoluzione, un sito internet attraverso cui segnalare molestie olfattive o abusi, accedere a informazioni sui tassi di inquinamento, avviare discussioni in tema ambientale. Ne abbiamo parlato ampiamente il giorno della sua presentazione, il 4 febbraio scorso: “L’obiettivo dello studio sarà analizzare il territorio, valutare gli effetti dell’impianto cumulativo delle discariche e dei vari impianti, individuare le fonti di inquinamento e mettere definitivamente la parola fine ad abusi e nuovi impianti di trattamento e smaltimento rifiuti”.

Buona fortuna Montichiari, ne avrai sicuramente bisogno. Intanto meglio andare a fare un salto a questo SOS Diskariche Rock Live. Perché, ci ricorda ancora il Comitato SOS Terra, “la natura dello studio sarà partecipativa, e il 50% del suo costo sarà a finanziamento popolare”. In questo modo “lo studio sarà a tutti gli effetti di proprietà della collettività, e tutti i dati e le ricerche che ne deriveranno saranno accessibili a tutti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SOS Diskariche! All’insegna dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile

BresciaToday è in caricamento