Cronaca

Rubano alcolici e li bevono fuori dal supermercato, poi botte ai carabinieri

In manette una 37enne marocchina e un 24enne egiziano, protagonisti di una serata di follia a Soresina

Foto di repertorio

Prima il furto in un supermercato, poi la folle e sconsiderata reazione alla vista dei militari. La serata poteva chiudersi con una semplice denuncia e invece l’aggressione ai carabinieri è costata il fermo - e la succesiva la condanna a 8 e 12 mesi di reclusione - ai protagonisti della vicenda: una 37enne marocchina e un 24enne egiziano.

I guai per i due nordafricani sono cominciati quando hanno razziato diverse bottiglie di superalcolici dagli scaffali del supermercato Famila di Soresina, comune del Cremonese al confine con la nostra provincia. Il furto è riuscito, ma la coppia non è passata inosservata. Il 24enne e la 37enne sono stati individuati poco dai carabinieri: stavano consumavano gli alcolici appena rubati a poca distanza dal negozio.

Non hanno reagito benissimo all’arrivo dei militari, forse a causa del troppo alcol ingurgitato. A dare letteralmente in escandescenze sarebbe stata la giovane donna: mentre il 24enne si sarebbe ‘limitato’ a spintonare i carabinieri per ritagliarsi una via di fuga, lei si sarebbe scagliata contro di loro, colpendoli con una raffica di calci. Bloccarli non è stato affatto facile. 

Una volta fermati, per loro sono scattate le manette: dopo una nottata in caserma sono stati processati per direttissima. Il giudice ha convalidato il fermo e condannato lui a 8 mesi di reclusione e lei a un anno. Le porte del carcere non si sono però aperte: la pena è stata sospesa e sono entrambi tornati in libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano alcolici e li bevono fuori dal supermercato, poi botte ai carabinieri

BresciaToday è in caricamento