Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Perseguitato dai compagni di scuola, ragazzino cerca di farsi male da solo

Il ragazzino, un 13enne, avrebbe tentato di farsi del male ed è stato ricoverato in Neuropsichiatria

Per settimane sarebbe stato aggredito, pedinato e perseguitato da alcuni compagni di classe: una situazione diventata davvero insostenibile per il ragazzino, che ha addirittura cercato di farsi del male da solo. L'ennesima storia di bullismo finita sui tavoli della Tribunale dei Minori di Brescia, arriva da Soresina, comune del Cremonese.

Vittima del branco un 13enne anni che frequenta le scuole medie del paese: da tempo sarebbe finito nel mirino di alcuni compagni. Tutto sarebbe degenerato dopo un violento litigio, racconta ll Giorno, a seguito del quale il ragazzino sarebbe stato inseguito, aggredito e minacciato pesantemente: i compagni che lo prendevano di mira sarebbero arrivati a lanciare un pesante blocco di cemento contro la casa dove il 13enne vive con la famiglia.

Terrorizzato e stressato dagli atteggiamenti vessatori e persecutori, il ragazzino avrebbe compiuto gesti autolesionistici, così è scattato il ricovero all'Ospedale Maggiore di Cremona, nel reparto di Neuropsichiatria. L'accaduto è stato ovviamente oggetto di denuncia e del caso se stanno occupando i magistrati del tribunale dei minori di Brescia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguitato dai compagni di scuola, ragazzino cerca di farsi male da solo

BresciaToday è in caricamento