Cronaca

Taglio degli interregionali: ecco le fasce da evitare per chi cambia

Dal 16 dicembre al via la rivoluzione (in negativo) per chi non si sposta sulle Frecce. Due i 'buchi neri' da evitare per chi viaggia verso Venezia scegliendo di cambiare a Verona, ma i disagi non mancano anche sulla tratta verso Milano

A seguito del 'riordino' e dei tagli decisi dalla regione Veneto, a partire dal 16 dicembre non sarà più possibile raggiungere direttamente Padova o Venezia con un interregionale, ma sarà necessario salire su un ben più caro Freccia Bianca o scendere a Verona e aspettare una coincidenza.

Quest'ultima ipotesi, che porta comunque con sé la 'scocciatura' dell'inevitabile perdita di tempo, sopravvive grazie alle 'toppe' di Regione Lombardia, che ha scelto di mantenere in attività 6 dei suoi 8 treni interregionali.

Per chi viaggia verso Venezia, restano tuttavia scoperte due fasce temporali, assolutamente da evitare. Quella che va dalle 10.11 alle 13.03 e quella compresa dalle 19.34 alle 22, durante le quali non parte nessun regionale da Verona Porta Nuova in direzione Venezia.

Disagi anche per chi viaggia verso Milano. Il treno in partenza da Brescia alle 5 e 44 continuerà il viaggio fino a Treviglio (orario di arrivo: 6.32), e sarà necessario aspettare la coincidenza col treno delle 6.42, che ferma a Milano Porta Garibaldi, o con la linea S5 delle 6.40 o S6 delle 6.55.

Soppressi definitivamente due treni: quello in partenza per Brescia da Milano Greco Pirelli delle 19.06 e il festivo da Venezia Santa Lucia per Milano Centrale delle 21.09.

Tutti i treni regionali saranno ora gestiti da Trenord: sul portale web dell'azienda tutte le novità a partire da sabato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio degli interregionali: ecco le fasce da evitare per chi cambia

BresciaToday è in caricamento