Cronaca

Rapina in villa a Soiano, assalto al mattino e ricco bottino: banditi in manette

Beccati dai carabinieri grazie alle telecamere di videosorveglianza (private) della villa che avevano da poco svaligiato: arrestati tre sinti italiani, sono stati già condannati a 1 anno di reclusione

I ladri in azione ripresi dalle telecamere

Le telecamere in alta definizione (private, interne alla casa) li hanno ripresi per filo e per segno: erano in tre, si sono avvicinati con una scala sotto braccio, sono entrati dalla finestra e hanno rubato tutto quello che hanno potuto. Il proprietario aveva già postato le foto e i video su Facebook, ma intanto aveva pure allertato i carabinieri.

E così, con la collaborazione di tre reparti (i carabinieri della stazione di Manerba, che hanno coordinato le indagini, i colleghi di Bedizzole e il Nucleo Operativo di Salò) i tre rapinatori sono stati beccati, con la refurtiva, e nemmeno troppo lontano: erano parcheggiati in un'area di sosta, a bordo dei camper che usano per spostarsi.

Si tratta di tre uomini sinti di nazionalità italiana, di età compresa tra i 25 e i 40 anni. Hanno agito domenica mattina, in una villa indipendente di Soiano: un blitz che gli avrebbe potuto fruttare diverse migliaia di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in villa a Soiano, assalto al mattino e ricco bottino: banditi in manette

BresciaToday è in caricamento