Smottamento in cava a Nuvolera: recuperato il corpo di Valerio

Il cadavere Valerio Sgotti, rimasto sepolto da mercoledì mattina, è stato rinvenuto vicino all'escavatore sul quale il 70enne stava lavorando assieme al figlio

Nella cava di via dei Marmi a Nuvolera è stato recuperato dai vigili del fuoco e dai personale sanitario del 118 intorno alle 16 il corpo di Valerio Sgotti, il cavatore 70enne travolto mercoledì mattina da una frana di migliaia di metri cubi di terra e marmo mentre, insieme a tre operai e ai due figli, stava preparando le operazioni di estrazione.

Il corpo è stato individuato vicino all'escavatore sul quale l'uomo si trovava insieme al figlio al momento della frana, ad una profondità di circa 3-4 metri, sotto un blocco di marmo.

Ora alla proprietà della cava spetta il compito di metterla in sicurezza. L'area resta sotto sequestro, ma c'é un'autorizzazione temporanea per permettere le complesse operazioni di bonifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento