Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Smemoranda, 35 anni dopo: il diario simbolo della scuola che cambia

Ne sono passati di anni dalla mitica numero uno: Gino&Michele trascinano comici e artisti per una 16 mesi da non perdere, in tanti colori e pure in special edition, dedicata al mondo del rock. Con un occhio all'ambiente

Sono passati 35 anni dalla pubblicazione della Smemoranda numero uno, nata quasi per gioco e invece oggi un vero must della cultura scolastica con cui tutti abbiamo avuto a che fare: o perché ce l’avevamo noi, o perché ogni tanto l’abbiamo bellamente fregata al compagno/compagna di turno. Le imperdibili vignette, gli aneddoti sempre nuovi, giorno per giorno e appunto dopo appunto, mentre si segnavano i compiti o mentre si cancellava il giorno dell’interrogazione, perché tanto quel giorno non ci vado, non ho studiato proprio niente.

35 anni dopo e un tema che calza a pennello, FRIENDS, “scambiarsi le idee e farle girare, un po’ come la Smemo tra i banchi”. E una settimana scandita “con un calendario fitto di spunti, testi e vignette”, oltre 100 autori per l’edizione 2013: si comincia con il Prof&Stud! del lunedì, gli strafalcioni in aula e le note più assurde, poi spazio a Lo Sai?, la rubrica del martedì (a cura di Skuola.net) con “aneddoti e indiscrezioni sui personaggi storici e tante divertenti curiosità scientifiche”. In altre parole, le materie scolastiche “come nessuno le ha mai raccontate”.

Giovedì vai con lo Smemo Box, lo Smemo Eat, la Smemo Bike e i consigli Do It Your Self, in attesa del lungo week end di scarabocchi con lo spazio dedicato a tutti (o quasi) i libri, i film e le canzoni “che hanno raccontato l’amicizia”, mentre arriva il sabato e i migliori pezzi del momento (e del passato) con la playlist tutta da annotarsi Music!, e della rilassante domenica con le vignette Smile! dei “mitici disegnatori Smemo”.

Qualche nome? Antonio Albanese, Claudio Bisio, Enrico Bertolino, Gino Strada, Daniele Silvestri, Luciano Ligabue, don Andrea Gallo, la Gialappa’s Band, Paola Cortellesi, Lorenzo Jovanotti, Checco Zalone. Qualche penna e qualche disegno? Altan, Silvia Ziche, Staino, Vauro, Elfo, i Persichetti Bros.. poi ci sono le copertine, sempre coloratissime dall’arancio più fluorescente al blu antracite che magari è più discreto. smemo rock-2E una doppia special edition, una tutta All Black dedicata al mondo del rock in ogni sua sfaccettatura, “16 mesi di citazioni illustri e immagini per raccontare la storia della musica contemporanea e non solo”.

Rock is Legend, le citazioni, Movie Rocks!, frame e spunti dai film sulle stelle e sulla storia del rock’n’roll, Look Rock, i mille volti del rock, Rock Hall Fame, tutti i simboli del mondo che “dopo la rivoluzione rock non è stato più lo stesso”. In tutto, quasi un milione di copie. Ma attenzione: Smemoranda è l’unico diario in Italia a Emission Free, “qualche albero.. ma lo ripiantiamo subito!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smemoranda, 35 anni dopo: il diario simbolo della scuola che cambia

BresciaToday è in caricamento