Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Sirmione

Oligarca russo amico di Putin: sequestro da 15 milioni di euro sul Lago di Garda

Blitz delle Fiamme Gialle

Doppio maxi-sequestro ad altrettanti "oligarchi" russi, inseriti nella black list dell'Unione Europea nell'ambito delle sanzioni internazionali per la guerra in Ucraina. Anche sul lago di Garda: la Guardia di Finanza ha sequestrato un complesso immobiliare a Sirmione per cui si stima un valore complessivo di oltre 15 milioni di euro. Il complesso (con mega-villa e altro), anche se non direttamente intestato a lui, sarebbe di proprietà di Grigory Vikotorovitsi Berezekin, imprenditore multimiliardario russo - come detto inserito nella black list in quanto considerato vicino a Vladimir Putin - presidente del Consiglio di amministrazione di Esn, un gruppo di private equity che ha investimenti in settori che vanno dai media all'energia, dalle infrastrutture alla petrolchimica, dall'informatica alle risorse naturali.

I sequestri della Guardia di Finanza

Il sequestro di Sirmione è in contemporanea a un altro intervento delle Fiamme Gialle, ancora più "costoso". Si tratta di beni mobili e immobili (per un valore di 57 milioni di euro) che sono stati sequestrati a Portofino a un altro imprenditore russo inserito nella black list, ovvero Eduard Yurevich Khudaynatov, anche lui considerato molto vicino al presidente Putin. A lui era già stato sequestrato uno degli yacht più grandi (e costosi) del mondo, lo Sherazade, il cui valore superava il mezzo miliardo di euro.

Ora un nuovo sequestro: blitz della Guardia di Finanza a Portofino e sigilli alla celebre Villa Altachiara, un tempo residenza della contessa Vacca Augusta (che morì in circostanze misteriose) e ora di proprietà di Khudaynatov. Sotto sequestro anche una società con sede a Portofino, una villa a Roma, auto di lusso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oligarca russo amico di Putin: sequestro da 15 milioni di euro sul Lago di Garda
BresciaToday è in caricamento