Cronaca

Si tuffa dalla barca, poi il malore improvviso: morta una donna

Un'altra tragedia nelle acque del lago di Garda

Si è sentita male subito dopo il tuffo dalla barca, a meno di 200 metri dalla spiaggia di Punta Grò: grazie all'aiuto di alcuni bagnanti è stata riporta a riva, e poi rianimata a lungo dagli operatori sanitari. Purtroppo per lei non c'è stato niente da fare. E' morta così la donna di 73 anni, residente in provincia di Verona, colta da malore martedì pomeriggio a Sirmione.

L'allarme è stato lanciato poco prima delle 15. La donna era uscita in barca in compagnia di alcuni amici: dopo un breve tour sulla costa bresciana, si sono fermati di fronte a Punta Grò per un bagno rinfrescante. La 73enne si è tuffata e si è sentita subito male: ha chiesto aiuto agli amici che le hanno lanciato il salvagente, poi come detto è stata riaccompagnata a riva.

Tutti inutili i disperati tentativi di rianimarla

Alcuni ragazzi le avrebbero praticato il massaggio cardiaco in attesa dei soccorsi, arrivati in pochi minuti: la centrale operativa ha fatto decollare l'elicottero, partito da Brescia, inviando sul posto anche l'automedica e un'ambulanza della Croce Rossa. Tutti inutili, purtroppo, i disperati tentativi di salvarle la vita.

I rilievi sono stati affidati ai Carabinieri di Desenzano, con il supporto della Guardia Costiera. Gli accertamenti medico-legali hanno poi confermato il decesso per cause naturali. La salma è stata recuperata dopo qualche ora, già a disposizione della famiglia per organizzare i funerali. E' la seconda tragedia in pochi giorni sul lago di Garda: la scorsa settimana, a Moniga, aveva perso la vita il medico Paolo Brunelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si tuffa dalla barca, poi il malore improvviso: morta una donna

BresciaToday è in caricamento