Cronaca

Sfondano la porta di casa, poi il pestaggio: cuoco massacrato con catene e bastoni

Sei ragazzi indiani indagati per aggressione violenta nei confronti di un loro connazionale a fine ottobre 2020.

Foto di repertorio

I carabinieri di Sirmione hanno identificato e denunciato sei ragazzi indiani di età compresa tra i 25 e 30 anni, con l’accusa di lesione, rapina e violazione di domicilio, dopo aver aggredito un cuoco di 30 anni, anch’egli di nazionalità indiana, nella sua casa a Colombare di Sirmione. 

Lo scrive Bresciaoggi,. I fatti sono accaduti a fine ottobre: il gruppo ha raggiunto l’abitazione del cuoco e, dopo aver buttato giù la porta, ha iniziato a colpirlo violentemente con catene di ferro e bastoni. Il connazionale era riuscito a fuggire in strada, dove era stato aiutato da due amici che avevano subito chiamato i soccorsi. Il 30enne era stato poi ricoverato in ospedale, mentre i militari avevano subito iniziato le indagini.

All’origine dell’aggressione potrebbe esserci una regolazione di conti per un debito contratto dal cuoco con qualche suo connazionale. La vittima ha fatto ritorno nel paese di origine per paura di ritorsioni . Grazie alle testimonianze raccolte e soprattutto alle telecamere di videosorveglianza installate lungo la strada, i militari sono riusciti a identificare gli aggressori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfondano la porta di casa, poi il pestaggio: cuoco massacrato con catene e bastoni

BresciaToday è in caricamento