Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Improvviso malore nell'officina di famiglia, muore meccanico bresciano

Ucciso da un infarto mentre stava lavorando: così è morto Gian Pietro Domenegoni, storico titolare dell'omonima officina di Colombare di Sirmione

E' stata la sorella a trovarlo steso a terra, privo di sensi: lo cercava per passargli un cliente al telefono. Sembrava una giornata di lavoro come tante, e invece si è tramutata in tragedia: è morto mentre stava lavorando alla sua officina nautica il 55enne Gian Pietro Domenegoni, da tutti noto come Pietro, colto da malore improvviso che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Gli accertamenti medico-legali hanno confermato il decesso per arresto cardiato.

La cronaca della tragedia

Tutto è successo martedì pomeriggio, poco dopo le 15: Domenegoni era al lavoro quando si è sentito male, nella nautica che dal 1952 porta il cognome di famiglia, in Via Carlo Marx a Colombare di Sirmione. Quando la sorella l'ha visto a terra, ha cominciato a chiedere aiuto allertando i dipendenti dell'officina, che a loro volta hanno chiesto alle altre attività commerciali della zona.

In pochi minuti sul posto si sono precipitati gli agenti della Polizia Locale, attrezzati con il defibrillatore, mentre il 112 era già stato allertato, e stava muovendo sul posto automedica, ambulanza e pure l'elisoccorso.

Disperati tentativi di rianimarlo

Gli agenti della Locale hanno provato a rianimarlo a lungo, e poi in sequenza anche medici e operatori sanitari dell'automedica di Desenzano e di un'ambulanza della Croce Rossa, infine anche i medici dell'elisoccorso, decollato da Brescia. Niente da fare: nessun segno vitale rilevato dai macchinari, e il suo cuore che non ha più ripreso a battere.

La notizia si è diffusa rapidamente in paese. Domenegoni era il titolare, insieme alle sorelle Giovanna e Stella, della storica officina nautica ancora intitolata al padre Giacomo, che come detto l'aveva fondata nel lontano 1952. Passione e lavoro che sono passati dal padre ai figli: Gian Pietro ancora si occupava di meccanica e motori, le sorelle di amministrazione e settore commerciale.

I funerali

Non c'è stato bisogno di effettuare l'autopsia. La salma riposa nella Casa del commiato Brighenti di Via Todeschino, dove mercoledì sera alle 19 è programmata una preghiera. I funerali saranno invece celebrati giovedì mattina alle 10, nella chiesa parrocchiale di Colombare. Lo piangono anche l'amata moglie Loredana e la giovane figlia Federica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Improvviso malore nell'officina di famiglia, muore meccanico bresciano

BresciaToday è in caricamento