rotate-mobile
Cronaca Sirmione

Fermato sul lago dai carabinieri, gli sputa addosso e li prende a calci e pugni

Folle aggressione ai carabinieri

Resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, violenza, minacce e lesioni: è il cocktail di accuse mosse nei confronti di un pregiudicato 62enne originario di Peschiera ma residente a Sirmione, che sabato mattina avrebbe aggredito i carabinieri arrivati a casa sua per presentargli la notifica di una denuncia. Questo perché, solo pochi giorni prima, era stato fermato alla guida di uno scooter 125 senza patente e senza assicurazione.

Calci e sputi ai carabinieri

Non appena i militari hanno bussato alla sua porta, in zona Punta Grò, lui avrebbe reagito male, malissimo: è letteralmente saltato addosso ai carabinieri, li ha presi a calci, sputi e insulti, è stato bloccato solo grazie all'intervento di altri due militari. Un carabiniere è rimasto ferito e medicato al pronto soccorso, con una prognosi di 12 giorni.

Non senza fatica, il 62enne è stato infine bloccato, arrestato e portato in caserma. Qui è rimasto per i due giorni successivi, mentre lunedì verrà accompagnato in tribunale a Brescia per l'udienza di convalida e il processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato sul lago dai carabinieri, gli sputa addosso e li prende a calci e pugni

BresciaToday è in caricamento