Cronaca

Adro, Salvini: "Lancini andrebbe premiato, non arrestato"

Il candidato alla segreteria della Lega Nord interviene nuovamente sulla vicenda del sindaco finito agli arresti domiciliari. Intanto la Lega lancia la proposta "Appalati a Km Zero"

"Se ad Adro fosse stata già in vigore la normativa sugli appalti a chilometro zero, il sindaco sarebbe stato premiato non arrestato": lo ha detto il candidato alla segreteria della Lega Nord Matteo Salvini riferendosi a Oscar Lancini, il primo cittadino di Adro, arrestato nelle scorse settimane per presunte irregolarità nella gestione di appalti pubblici.

Salvini è intervenuto in una conferenza stampa del gruppo della Lega al Consiglio regionale lombardo sul consumo sostenibile di suolo e sulla proposta 'appalti a km zero', che sarà formulata in un progetto di legge regionale.

"In Lombardia sarebbe sano che lavorassero imprese lombarde sia per la tutela dell'ambiente sia del lavoro", ha continuato Salvini, aggiungendo che "purtroppo l'Europa va assolutamente in direzione opposta" perché guarda "solo al profitto" senza porre barriere neanche "alle infiltrazioni di mafie e camorre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adro, Salvini: "Lancini andrebbe premiato, non arrestato"

BresciaToday è in caricamento