rotate-mobile
Cronaca

Scarpe e vestiti in cambio di sesso con minorenni: arrestato giovane operaio

In manette un 30enne originario della Calabria, ma da tempo domiciliato nel Bresciano: quattro i casi di violenza su minore che gli vengono contestati

A quanto pare tutti in condizioni di difficoltà economiche, e che dunque sarebbero stati più facili da “convincere”: i militari scrivono di atti sessuali con minori in cambio di corrispettivi in denaro e non solo, anche beni come scarpe, vestiti, cellulari, regali di ogni tipo, ma pure passaggi in auto, divertimenti serali, cibo e bevande, “approfittando della loro fragilità per convincerli a sdebitarsi”.

Prima il regalo e poi il sesso

Questo era il modus operandi: prima il regalo, la serata, e poi il sesso. Il maniaco ha colpito quattro volte negli ultimi anni, prima di essere preso. Ma gli inquirenti non escludono che l'elenco delle vittime possa ancora aumentare: gli accertamenti continuano. Tra le accuse mosse nei confronti dell'operaio anche una tentata violenza.

In quella circostanza l'uomo avrebbe cercato di approfittare di un ragazzo di 15 anni, che invece sarebbe poi riuscito a fuggire: era il 2016 a Polistena, piccolo Comune alle porte di Reggio Calabria. Violenza sessuale solo tentata, e non denunciata: l'arrestato, scrivono ancora i carabinieri, ha tentato di costringere il ragazzo a compiere atti sessuali, senza riuscirci “per la ferma resistenza della vittima”. Adesso è tutto finito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe e vestiti in cambio di sesso con minorenni: arrestato giovane operaio

BresciaToday è in caricamento