Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Serle

Scomparsa di Iushra: arriva la sensitiva

Nella giornata di sabato si deciderà come continuare le ricerche della dodicenne scomparsa da ormai nove giorni

Nulla di intentato. In quello che è ormai il nono giorno ininterrotto di ricerche, al campo base allestito all'osteria Ruchì transitano ancora decine e decine di volontari e professionisti impegnate in una disperata corsa contro il tempo. 

Nella giornata di ieri, venerdì, hanno concluso le loro ricerche i “Reddingshonden”, i cani di salvataggio arrivati dall'Olanda. Nei giorni di permanenza sull'Altipiano hanno perlustrato ogni anfratto, impegnandosi in turni di sei ore, massacranti sia per la natura impervia del territorio (spingendosi addirittura fino quasi a Nave, in Valle Trompia), che per il caldo afoso al quale non sono abituati. 

Come anticipato ieri, il ragazzo di 30 anni che dice di averla vista (la foto nella gallery), seppur ritenuto poco affidabile, è stato nuovamente sentito dai carabinieri, per non lasciar nulla di intentato. A questo proposito, c'è da segnalare che è giunta a Serle la celebre sensitiva di Montegrotto Terme (PD) Rosemary Laboragine, divenuta famosa per il suo impegno nei casi di Sarah Scazzi, Yara Gambirasio ed Elena Ceste. Rosemary si è recata nel punto dove il presunto testimone dice di avere visto la dodicenne. Le parole della donna, 48 anni, sono riportate dal quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane: «Ho avuto una visione venerdì alle 14, quando stavo guardando la foto della bambina e oggi su questa panchina l'ho sentita ancora, si è nascosta sotto il tavolo, è scappata e non è stata presa da nessuno. Non ci dormo la notte: la sento vicina, secondo me è ancora qua intorno». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa di Iushra: arriva la sensitiva

BresciaToday è in caricamento