Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Serle

Scomparsa di Iuschra: oltre 300 soccorritori, stop a nuovi volontari sul campo

Le ricerche non si fermano, mentre la Procura apre un'inchiesta sulla scomparsa della 12enne

Un dispiegamento di forze eccezionale, eppure della 12enne Iuschra non si trova alcuna traccia. Sono ormai due le notti di assenza della ragazzina, affetta da sindrome di autismo. Nessuno, al momento, ha perso la speranza di ritrovarla sana e salva, magari in una grotta, ma col passare delle ore i timori per un esito negativo delle ricerche si fanno sempre più concreti. 

Sul campo attualmente ci sono oltre 300 persone: 40 vigili del fuoco, 30 uomini del Soccorso Alpino, 15 carabinieri, 80 volontari tecnici, 40 speleologi e numerosissimi semplici volontari, sotto il comando di chi dirige le operazioni. L'appello dell'ultim'ora, da parte della Protezione Civile provinciale e della Prefettura, è che nessuno si rechi in autonomia all'altopiano delle Cariadeghe a cercare la ragazzina. Il consiglio è rivolto anche ai cercatori di funghi o ai semplici escursionisti: non recatevi sul posto, tutti gli uomini sono impegnati nelle ricerche e non si vogliono in alcun modo interferenze nelle operazioni. Tra l'altro, sull'altipiano i telefoni cellulari non hanno campo, dunque le comunicazioni sono difficoltose, e sono possibili solo tramite strumentazioni adeguate. 

Ricordiamo che la ragazzina, affetta da sindrome di autismo, rifugge il contatto, si spaventa facilmente, soprattutto se sconosciuti pronunciano il suo nome, o se si tenta di toccarla o se sente rumori violenti. Al momento della scomparsa indossava una t-shirt gialla e pantaloncini aderenti neri. Se qualcuno, per qualche motivo, dovesse vederla, può porgerle il braccio, magari sventolando oggetti colorati, e togliendosi gli occhiali, che la spaventano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa di Iuschra: oltre 300 soccorritori, stop a nuovi volontari sul campo

BresciaToday è in caricamento