menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gazi Zannatul Iushra © Bresciatoday.it

Gazi Zannatul Iushra © Bresciatoday.it

“La bambina era seduta su quella panchina”: riprendono le ricerche di Iushra

Dopo una lunga sospensione riprendono le ricerche della piccola Gazi Zannatul Iushra, la ragazzina di 11 anni scomparsa il 19 luglio scorso

Ci saranno 24 professionisti tra Vigili del Fuoco e Soccorso Alpino, e con loro una trentina di volontari: è questa la squadra di specialisti che tra mercoledì e giovedì riprenderà le ricerche della piccola Gazi Zannatul Iushra, la ragazzina autistica di origini pakistane scomparsa ormai più di due mesi fa, il 19 luglio scorso, sull’Altopiano di Cariadeghe a Serle, scappata mentre era in gita con l’associazione Fobap Onlus di Brescia, che l’aveva in custodia.

La decisione di ripartire con le ricerche è stata presa a seguito della richiesta del sostituto procuratore Donato Greco, e come sempre sarà coordinata dalla Prefettura: al vaglio di questa nuova campagna ancora una volta la testimonianza del giovane Enrico Ragnoli, il 30enne proprio di Cariadeghe che già nei primi giorni di ricerche aveva detto di aver visto la bambina, seduta su una panchina fatta con un tronco.

Gli operatori mercoledì mattina saranno già a Cariadeghe, per un primo sopralluogo di tipo logistico: entro giovedì sarà invece posizionato il piccolo campo base da cui partiranno ogni giorno le ricerche. Niente di definitivo, al momento: ma pare che proseguiranno fino a nuovo ordine.

La scomparsa di Iushra ha tenuto banco per parecchie settimane, anche a livello nazionale. Tra luglio e agosto si sono alternate più di 1500 persone sull’Altopiano, per provare a ritrovare la bambina. Anche il padre della piccola, l’operaio Md Liton Gazi, non ha mai lasciato il Ruchì (dove era stato allestito il quartier generale) finché le forze gliel’hanno permesso. Per la cronaca, sulla scomparsa della bambina è stata aperta da tempo un’inchiesta per lesioni colpose, al momento senza indagati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento