menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gazi Mohamed Liton © Bresciatoday.it

Gazi Mohamed Liton © Bresciatoday.it

"Mia figlia non può essere sparita nel nulla. Mia figlia è stata rapita"

Parla il padre della piccola Iushra quando ormai sull'Altopiano di Cariadeghe il campo base è stato smontato: “Mia figlia non può essere sparita”

Negli oltre dieci giorni di ricerche senza sosta più di 1500 persone hanno lavorato (anche di notte) per cercare di ritrovare, sana e salva, la piccola Gazi Zannatul Iushra. Classe 2006, compirà 12 anni a dicembre: quel giorno era in gita insieme a un'altra dozzina di ragazzi disabili, e con loro i 13 operatori della Fobap Onlus, l'associazione che stava organizzando il grest per ragazzi “speciali”.

La piccola sarebbe scappata una prima volta, poi rincorsa e fermata: poi fuggita una seconda, dietro una curva e poi nulla più. Prima di andarsene si sarebbe voltata indietro, e avrebbe sorriso all'educatrice che stava facendo di tutto per rincorrerla. In questi giorni sono stati diffusi gli identikit della bambina, distribuiti dai vari enti (il Comune di Serle in primis, e poi la Protezione Civile, e altri) nella speranza che qualcuno possa ancora avvistarla.

Indossava una maglietta gialla a fiori, fuseaux rosa, scarpe da ginnastica blu. “Se si avvista – si legge nel volantino – non chiamarla, non avvicinarsi ma cercare di far sì che sia lei ad avvicinarsi. Attenzione. Quando la bambina è stanca si sdraia e sta ferma”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento