rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca Montichiari

Condanna di Sergio Bertani: la società si dichiara innocente e annuncia ricorso

"La nostra estraneità sarà riconosciuta nei successivi gradi di giudizio"

L'imprenditore Sergio Bertani e la contabile Ivana Moratti sono stati entrambi condannati a 4 anni di carcere, 5 anni di interdizione dai pubblici uffici e a un primo risarcimento (una provvisionale) da 3 milioni e 400mila euro. E' l'esito del processo che li ha visti imputati per la maxi-truffa che tra il 2005 e il 2015 travolse la Cartiera del Chiese di Montichiari, per una cifra monstre di oltre 44 milioni di euro.

A seguito della sentenza di condanna, Bertani Trasporti Spa continua a sostenere la sua completa estraneità agli addebiti emersi dal primo grado di giudizio. "Già per tre volte Cartiera del Chiese ha in vario modo speso le prove del presunto illecito commesso in suo danno avanti il Tribunale di Mantova, che ha sempre respinto le relative azioni – si legge in un comunicato –. In particolare, nell’ultimo giudizio civile e nel procedimento penale Cartiera del Chiese ha riversato le medesime prove, che il Tribunale di Mantova ha ritenuto del tutto irrilevanti, mentre il Tribunale di Brescia le ha oggi valutate in modo opposto".

Conclude la società: "Bertani Trasporti attende, quindi, di conoscere le motivazioni per le quali il Tribunale di Brescia ha espresso un diverso orientamento, ma sin d’ora esclude di poterle condividere e ribadisce con forza la propria posizione rispetto a tali contestazioni, certa che l’estraneità da esse sarà riconosciuta nei successivi gradi di giudizio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condanna di Sergio Bertani: la società si dichiara innocente e annuncia ricorso

BresciaToday è in caricamento