Cronaca

Blitz dei carabinieri in due magazzini: sequestrate 30mila mascherine

I dispositivi, non conformi alle norme, erano stati importati dalla Cina e messi in commercio da un'azienda bresciana e da una cremonese

Foto d'archivio

Maxi-sequestro di mascherine: i carabinieri del Nas, il Nucleo antisofisticazione, a seguito di un blitz in due diversi magazzini situati a Brescia e Cremona hanno sequestrato quasi 30mila mascherine filtranti modello ‘KN95’ (provenienti dalla Cina) poiché considerate non conformi. 

Il valore complessivo delle mascherine, importate da una società specializzata e da un importante player di distribuzione nazionale di dispositivi medici, è di 150mila euro in totale. 

In particolare, fanno sapere i militari, le mascherine di protezione facciale erano sprovviste del marchio CE e sarebbero state messe in commercio dalle due aziende nonostante l'Inail avesse negato il rilascio della certificazione di conformità per quella specifica categoria merceologica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz dei carabinieri in due magazzini: sequestrate 30mila mascherine

BresciaToday è in caricamento